Che la tecnologia sia indissolubilmente entrata nelle nostre vite fino a diventare una parte fondamentale delle nostre giornate, è oramai cosa nota a tutti.

E utilizzare i moderni mezzi di comunicazione per piacere o lavoro fa poca differenza: divulgando tramite computer e smart devices i nostri dati personali esponiamo continuamente la nostra privacy o quella della nostra azienda al mondo esterno, pertanto è necessario imparare a tutelare la propria sicurezza quando si utilizza un qualsiasi prodotto tech.

Vediamo di seguito quali sono i mezzi per proteggerci da ogni eventuale attacco malevolo.

Antivirus

Di antivirus ne esistono moltissimi, e si differenziano per fasce di prezzo, capacità di debellare malware, possibilità di personalizzazione.

Il migliore in commercio è universalmente considerato Kaspersky, il quale però viene venduto ad un prezzo non irrilevante che varia dai 29,99€ ai 59,99€ per gli utenti privati, e da 176€ agli oltre 4.000€ per una protezione totale biennale alle grandi aziende.

Può essere allora necessario ripiegare sui prodotti gratuiti, e anche in questo caso ce ne sono di validi. Citeremo quindi, in ordine di affidabilità: Avira, Bitdefender, Panda, AVG e Avast, tutti disponibili sia per dispositivi fissi che mobili.

Antifurto

Poco noti in Italia ma di gran voga all’estero, sono gli antifurto.

Si tratta di software che vengono installati sul pc o sullo smartphone e possono essere gestiti in cloud. In questo modo, in caso di furto potremmo bloccare il nostro dispositivo, rintracciarlo tramite wi-fi, farlo suonare rumorosamente e addirittura scattare una foto al presunto ladro tramite webcam.

Anche in questo caso si registra varietà di prezzi e performance, sebbene i più gettonati sono PreyProject, EXO5, LockItTight e My Laptop Tracker.

Buon senso

Infine, è bene ricordare che a nulla serve dotarsi dei migliori mezzi di protezione se non si adopera un po’ di buon senso quando si utilizzano dispositivi tech, un po’ come quando si scelgono i portoni blindati per casa ma poi ci si scorda di chiudere le finestre.

Pertanto ricordati sempre di scegliere password alfanumeriche e non semplicistiche, non lasciare mai incustoditi i tuoi dispositivi e giudicare di volta in volta se è il caso di comunicare i tuoi dati personali o finanziari ad un sito in cui ti stai registrando.